Le Specialità di Miroglio

- CARNE DI TACCHINO
- POLLO NOSTRANO DI VILLANOVA
- CAPPONI E TACCHINI NOSTRANI
- CAPRETTI FRESCHI
- CARRE' AGNELLO BRITANNICO
- POLLO BRESSE




 


La carne di tacchino

La carne bianca (pollo, tacchino, coniglio) è ricca di proteine nobili (indispensabili all’organismo, per esempio, per rinnovare i tessuti e per la formazione degli ormoni, degli enzimi, degli anticorpi) e di aminoacidi ramificati (utili nel metabolismo dei muscoli e nel promuovere lo smaltimento delle tossine che si formano quando un organismo svolge un intenso lavoro atletico).
Nonostante l’aspetto bianco della carne, 100 grammi di tacchino contengono circa 2,5 grammi di ferro, valori più o meno equivalenti alla carne di bovino.
La carne di tacchino ha il vantaggio di essere più facilmente masticabile e digeribile, soprattutto se cucinata in modo semplice (arrosto, ai ferri, lessata). La tenerezza del tacchino è dovuta alla struttura delle fibre. Le carni bianche risultano più agevolmente masticabili e digeribili anche perché hanno una minor presenza di tessuto connettivo.
Un’altra caratteristica della carne di tacchino riguarda la ridotta presenza di grassi: solo l’1,5% nel tacchino senza pelle. Il basso contenuto di grassi riduce l’apporto calorico di queste carni, rendendole ideali per chi tiene sotto controllo il peso corporeo. Comunque, il grasso della carne di tacchino ha caratteristiche più vicine ai grassi di origine vegetali, infatti, nella sua composizione predominano gli acidi grassi polinsaturi (acido linoleico e linolenico), e contiene molto meno colesterolo.
Una volta la carne era più soda perché gli animali vivevano più a lungo ed impiegavano più tempo a crescere. Nella carne di tacchino non c’è uso di ormoni estrogeni, perché tale impiego può offrire dei vantaggi all’allevatore solo per gli animali di grossa taglia (il tacchino ha una massa corporea limitata e un ciclo di maturazione di pochi mesi).


 

TACCHINO INTERO

 

Tacchino


Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.


Il tacchino è gallinaceo, snelli, con zampe lunghe ed ali e coda corte.
Hanno la testa e la parte superiore del collo nude e bitorzolute, e dalla mascella superiore del becco breve, robusto ed arcuato, pende un'escrescenza carnosa ed erigibile di forma conica. I loro piedi sono alti e provvisti di lunghe dita, le ali sono molto arrotondate, e la coda, composta di diciotto penne larghe ed erettili, ha forma tondeggiante. Una singolare particolarità del piumaggio è data dal fatto che alcune penne della parte anteriore del petto hanno l'aspetto e la consistenza di setole sporgenti. Diffusi in libertà nell'America settentrionale e centrale fino all'istmo di Panama, i tacchini presentano, quanto all'indole ed ai costumi, tratti generali assolutamente comuni. Ne tratteremo perciò complessivamente, dopo esserci rapidamente soffermati sulla descrizione delle specie principali. Lungo da un metro ad un metro e dieci, con ali di quarantacinque centimetri, coda di trentasette ed apertura alare che può giungere fino al metro e mezzo, il tacchino (Meleagris gallopavo) maschio è colorato sulle parti superiori di giallo-bruniccio con riflessi metallici, sulla parte inferiore del dorso e sulle copritrici della coda è bruno-noce con fasce verdi e nere, bruno-gialliccio sul petto, più scuro ai lati, grigio-bruniccio sulle cosce e sull'addome, e nericcio sul sottocoda: tutte le piume delle parti finora citate presentano ai margini una colorazione nero-velluto. Le penne remiganti primarie sono bianco-grigiastre, le secondarie brunicce con fasce bianche, e le timoniere segnate da ondulazioni, fasce e gocce nere sul fondo uniformemente bruno.
Le parti nude del collo e della testa sono di color celeste chiaro, i bitorzoli rossi; l'occhio è giallo-azzurro, il becco corneo e il piede a volte violetto-pallidi, a volte rosso-lacca. Simile a quello dei maschi, il piumaggio delle femmine è meno bello e meno vivace; esse sono inoltre di dimensioni notevolmente ridotte. Il tacchino è diffuso, allo stato selvatico, in gran parte dell'America del Nord. Il tacchino pavonino (Meleagris ocellata) rappresenta la specie affine nelle regioni centrali del Continente americano: come si rileva dal suo nome, è un uccello che alle forme del tacchino unisce la bellezza del pavone. I boschi degli stati dell'Ohio, del Kentucky, dell'Illinois, dell'Arkansas, del Tennessee e dell'Alabama ospitano ancor oggi un gran numero di tacchini, abbastanza comuni anche in Canadà, negli stati meridionali e nelle regioni centrali americane.
Essi trascorrono le loro giornate in gruppi piuttosto numerosi, impegnati in un continuo vagabondaggio attraverso i boschi: si muovono costantemente sul suolo e compiono spostamenti abbastanza rilevanti, sempre sotto la guida di un vecchio maschio che è il primo, quando si presenta un'inconsueta difficoltà naturale, a dare il segnale di arresto e ad invitare successivamente il gruppo ad affrontarla. Uno spettacolo di questo genere si può vedere, per esempio, quando il branco giunge sulla riva di un fiume: esso dapprima si raccoglie sul punto più elevato della costa e vi si trattiene lungamente, anche per diversi giorni, come se i suoi membri volessero prender consiglio prima di decidersi ad attraversarlo. Quando finalmente il capo dà il suo segnale, i tacchini si pongono in volo, con una fatica proporzionata allo scarso sviluppo delle loro ali ed alla costante abitudine di vivere a terra. Il tacchino non ha esigenze specifiche in fatto di dieta, si nutre di erbe e verdure di ogni sorta, di cereali, frutta, insetti e piccole locuste; sembra avere una spiccata preferenza per alcuni tipi di noci e di bacche. Il tempo della riproduzione incomincia verso la metà di febbraio. Femmine e maschi si separano, ed anche per il riposo notturno si scelgono, sugli alberi, delle sedi distinte anche se non lontane le une dalle altre.
Al richiamo della femmina rispondono tutti i maschi, i quali rapidamente vanno a prendere posto vicino ad essa e incominciano il corteggiamento, facendo la ruota, rovesciando il capo all'indietro, strascicando le ali a terra e gridando confusamente.
L'unione tra il tacchino maschio e la femmina si mantiene finché sopraggiunge il momento della deposizione delle uova, quando la prima si separa decisamente e si nasconde nell'intento di difendere le uova dalle violente manifestazioni d'amore del compagno, che potrebbero avere per esse conseguenze esiziali. Dal canto suo, il maschio cessa di interessarsi alla compagna non appena ha soddisfatto i propri istinti, e dal momento in cui ha inizio l'incubazione se ne dimentica completamente, diventando indifferente e pigro. Una leggera escavazione del terreno, negligentemente rivestita di poche piume, è tutto ciò che viene approntato dalle femmine per accogliere la prole. Questi nidi vengono costruiti verso la metà del mese di aprile, nei luoghi più nascosti e adatti a difendere dalle insidie le dieci, quindici o venti uova della covata, punteggiate di rosso su fondo giallo-scuro.
Alla loro cura la madre si dedica con attenzione e precauzione, ricoprendole diligentemente di foglie secche ogni volta che deve abbandonarle; se per effetto di qualche imprevista circostanza la femmina è costretta a disinteressarsi definitivamente del proprio nido, passa ad una seconda covata, mentre, se tutto procede regolarmente, l'incubazione si verifica un'unica volta nel corso dell'anno.
Appena sgusciati, i piccoli vengono dapprima tenuti dalla madre sotto le tiepide ali, e poi immediatamente condotti alla ricerca del cibo: dopo due settimane sono già in grado di alzarsi in volo, e la famiglia, che fino a quel momento aveva dovuto trascorrere le notti sul terreno, incomincia a recarsi sui bassi rami degli alberi. La crescita è rapida, e già nell'agosto i giovani sono abbastanza forti e prudenti per difendersi dagli attacchi dei loro nemici; le famiglie si sciolgono, o meglio si confondono nei branchi adulti, incominciando a partecipare alle loro escursioni.
In Europa, il tacchino fu introdotto poco dopo la scoperta dell'America. Nel secolo sedicesimo esso era ancora rarissimo e ricercato, mentre oggi, come sappiamo, è uno dei più diffusi tra gli uccelli domestici. Parecchi proprietari di fattorie li stimano molto, ma altri non li possono soffrire per il loro contegno rumoroso, turbolento e litigioso. In realtà, la pochezza delle loro risorse intellettuali è grandissima.
È uno spettacolo veramente deplorevole, scrive il citato Lenz, quello offerto dai tacchini nel corso dell'estate, e soprattutto quando abbiano dei pulcini: essi non fanno altro, durante tutto il giorno, che guardare il cielo e mandare grida lamentevoli, come se nel sole vedessero un'aquila e nelle nuvole altrettanti avvoltoi.
Il tacchino è noto nella pianura padana anche con il nome di Pit.
Il tacchino gloglotta, quindi il suo verso è un gloglottio.

COSCE DI TACCHINO

Articolo Confezioni Peso
confezioni
Pezzi
per cassa
Shelf life*
Coscia
di tacchino maschio
6 pezzi
x cassa
2.0 - 2.5 Kg.
12 - 13 Kg. 10 giorni
Coscia
di tacchino femmina
12 pezzi
x cassa
0.9 - 1.0 Kg. 11 - 12 Kg. 10 giorni
Fuso
di tacchino
12 pezzi
x cassa
1.0 - 1.5 Kg. 12 - 13 Kg. 10 giorni
Sovracoscia
di tacchino
10 - 12 pezzi
x cassa
0.8 - 1.2 Kg. 12 - 13 Kg. 10 giorni

 

 


F.lli MIROGLIO di Valerio e Virginio & C. S.n.c.
Via XX Settembre, 7 - 14011 Baldichieri di Asti (AT)
Numeri Telefonici:
+39 0141 66 136   +39 0141 66 031
FAX:
+39 0141 66 637


 
 
Aziende partners IdeaNetwork:
| IdeaUp Comunicazione & Immagine Grafica Stampa Web Marketing |
| CEDIT Chiusure Tagliafuoco REI |CONFEZIONI CAMBIANO: Abiti da lavoro, abbigliamento per i settori alimentare, ristorazione e sanitario. |
| SIBILLA s.n.c. deposito trasporto mobili |
| SIMPA S.r.l. Profilati per serramenti in alluminio anodizzato e alluminio verniciato catalogo profilati alluminio
Enzo Isaia
Fotografia professionale| F.I.A.M.M.A. Impianti antincendio - ricarica estintori - materiale pompieristico - vendita on-line |
| LA CASA DELLA PELLE, bottega artigianale che produce interamente a mano articoli in pelle o in cuoio,
costumi medievali, usati per sfilate d'epoca in costume, manifestazioni ludiche fantasy |
| Azienda Vinicola Antonio Viglione & Figli, roduzione vini bianchi e vini rossi delle langhe piemontesi: Barbera - Favorita - Roero Arneis |
   
 
NETWORK DI SITI PER APPROFONDIMENTI E DOCUMENTAZIONE:
Gallina di villanovaGallina biond di VillanovaGallina Bionda di Villanova
La Gallina Bionda di Villanova d'Asti - (Prodotto avicolo tipico Piemontese)
La bionda di villanova - Prodotto caratteristicoVendita capretti freschi
Prodotto di importazione: pollodibresse.itRicette e consigli per il consumo pollo nostrano
• PRODOTTI FRESCHI TIPICI REGIONALI: pollo nostrano, coniglio piemontese, tacchino, gallina allevata a terra (pollo ruspante)
PRODUZIONE E VENDITA INGROSSO DI POLLI, TACCHINI, CAPPONI, CONIGLI,
CONFEZIONAMENTO TAGLI DI CARNI AVICUNICOLE
Lavorazione carne di tacchino Vendita di carne di piccione Lavorazione carne di polloVendita carne di pollo
   
     
   CARNE DI TACCHINI  
  F.lli Miroglio Valerio e Virginio S.n.c. P. IVA 00104040050